3
Loading...
Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Indossa una mascherina “particolare”, un passante glielo fa notare e lei replica: «Se li vede non sta rispettando la distanza di sicurezza»

5181838_1459_commessa_mascherina_peni

Si crea una mascherina con dei piccoli falli disegnati sopra e va al supermercato, poi quando un cliente le fa notare il disegno lei lo ammonisce dicendo che se lo vede non sta misurando la distanza di sicurezza. Una trovata divertente quella di Mindy Vincen, una mamma dello Utah, negli Usa, che ha voluto fare qualcosa per far sì che nel pieno dell’emergenza di coronavirus vengano rispettate le regole di distanziamento sociale.

L’idea è venuta dal figlio e ha avuto un grande successo. Il post che ha condiviso sui social raccontando dell’episodio è diventato virale e molti le hanno chiesto le mascherine. La donna, intervistata dalla stampa locale, ha affermato che non è mai stata sua intenzione intraprendere questo tipo di business, ma si presterà per raccogliere fondi necessari per la sua organizzazione no profit Utah Harm Reduction Coalition a Midvale.

IL NOBEL PER LA MEDICINA MONTAGNIER: ««CORONAVIRUS MANIPOLATO IN LABORATORIO, RILASCIATO A WUHAN PER SBAGLIO. ECCO PERCHÉ»

Mindy ha pubblicato per la prima volta la sua iniziativa “#projectpenismask” giovedì in un post virale su Facebook con oltre 400.000 azioni e 170.000 reazioni. «Quando qualcuno mi dirà che la mia maschera ha dei peni, gli farò gentilmente notare che per vederli vuol dire che si è avvicinato troppo e gli chiederò di farsi indietro», ha scritto, conquistando il web con la sua ironia.

In effetti, la Utah Harm Reduction Coalition fornisce mascherine a una varietà di gruppi sensibili a COVID-19, dai tossicodipendenti a coloro che soffrono di HIV e epatite C. Mindy ha deciso di vendere a 20 dollari le sue penis mask, facendo in modo che tutti i proventi siano dati alla sua associazione.

Indossa una mascherina “particolare”, un passante glielo fa notare e lei replica: «Se li vede non sta rispettando la distanza di sicurezza»ultima modifica: 2020-04-20T22:52:50+02:00da giorgio662015
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment