3
Loading...
Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Coronavirus, flashmob anche a Napoli: tutti sui balconi a cantare «Abbracciame»

5109418_1924_eeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Tricolori, coperchi delle pentole e musica. Napoli, alle 18, è mille suoni, la gente si affaccia a finestre e balconi per fare rumore contro la paura del contagio. Si canta, c’è chi intona l’inno di Mameli e chi punta sul repertorio napoletano

La musica rimbalza di balcone in balcone, in diverse zone della città, a partire dai Quartieri spagnoli: da Pino Daniele con «Napul’è» di Pino Daniele ad Andrea Sannino con «Abbracciame» e «I ragazzi della Curva B» di Nino D’Angelo. Ma il repertorio è vasto, attraversa tutta la musica partenopea.

A Fuorigrotta, ma anche in altri quartieri del capoluogo campano, l’appello circolato ieri su FB è stato raccolto dai cittadini a suon di sirene, tamburelli e stoviglie, le cosiddette «caccavelle», prese a colpi per far rumore, per un breve momento di condivisione e vicinanza nei giorni di isolamento.

Telefonini, tablet, schermi dei computer e casse audio sono stati rivolti verso la strada: insieme si ascolta la musica e si canta.

Coronavirus, flashmob anche a Napoli: tutti sui balconi a cantare «Abbracciame»ultima modifica: 2020-03-13T21:15:25+01:00da giorgio662015
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment