3
Loading...
Download!Download Point responsive WP Theme for FREE!

Daniel Craig: “Non mi hanno permesso di guidare la mia Aston Martin perché era troppo pericoloso…”

113528622-ec3162d2-0e8b-4402-8f08-ef191a01c5d5

Al volante della iconica Aston Martin DB5 ma solo nelle scene… tranquille. Daniel Craig ha svelato a Top Gear Magazine che, con suo rammarico, durante le riprese di “No Time to Die”, l’ultimo (in ordine cronologico) capitolo della saga legata all’agente 007 James Bond in uscita il prossimo aprile in Italia, non gli è stato permesso di guidare la sua sciccosa macchina e recitare allo stesso tempo, in tutte le scene di inseguimento ad alta velocità: troppo pericoloso. A farlo per lui il suo stuntdriver Mark Higgins.

Craig, che già non era in perfette condizioni fisiche a causa della frattura alla caviglia avvenuta durante alcune riprese in Giamaica, avrebbe invece girato le scene più tranquille del film alla guida dell’auto, a Matera. “Mi è stato concesso di guidare la DB5 a Matera [in Italia], il che è stato grandioso!”, ha detto l’attore. Al magazine Esquire pochi giorni fa Mark Higgins ha anche sottolineato come in molti di questi film d’azione, come 007, ci si stia allontanando sempre più dalla computer graphic per rendere le scene sempre più realistiche… ma anche più pericolose.

Daniel Craig: “Non mi hanno permesso di guidare la mia Aston Martin perché era troppo pericoloso…”ultima modifica: 2020-02-28T22:43:48+01:00da giorgio662015
Reposta per primo quest’articolo
Loading...

Add a Comment