Bosco Cobos e l’addio al GF Vip: “Basta rabbia dentro. Sempre sexo nel cuore!”

Un’altra vittima del televoto del Grande Fratello Vip è stato a sorpresa Bosco Cobos, diventato noto grazie alle sue ospitate di supporto a Jonas Berami durante la scorsa edizione dell’Isola dei Famosi, Positivo come sempre (tranne quando piange) Bosco ha voluto ringraziare i suoi fan attraverso un video sulla sua pagina social:

bosco2

“Ciaone raga, tutti tranquilli, positivi e felici come sono io – fa spere Bosco – Ho vissuto un’esperienza meravigliosa e la finale o non la finale, la cosa importante è che ho conosciuto voi e che mi avete conosciuto e che avete visto che veramente sono una persona vera.
E la cosa più importante di tutti è che se dobbiamo piangere piangiamo, se dobbiamo ridere ridiamo, se dobbiamo ballare balliamo, ma tutto sempre essendo noi stessi e sempre con amore. Perché puoi fare qualcosa senza litigare, senza essere falso, senza avere rabbia dentro. No, no, no… Sempre amore, luce e sexo nel cuore”.

Uomini e Donne, Gemma è di nuovo innamorata: baci e coccole con Marco, il nuovo corteggiatore

Il cuore di Gemma Galgani è tornato a battere e per la dama torinese del Trono Over di Uomini e Donne è di nuovo tempo di passione. La love story tormentata con Giorgio Manetti è finalmente un capitolo chiuso della sua vita, perché per lei adesso esiste solo Marco, nuovo corteggiatore, tra le cui braccia Gemma ha ritrovato il sorriso.

C_2_fotogallery_3005089_1_imageGli scatti di Donna al Top non mentono. La dama torinese è stata sorpresa insieme al suo nuovo amore a Levanto, la cittadina ligure in cui lui vive. I due si sono conosciuti negli studi della trasmissione e lontano dalle telecamere si sono rincontrati tra sorrisi, sguardi d’intesa, abbracci e baci. Giorgio fa ormai parte del passato remoto per Gemma, che con Marco sembra una ragazzina al suo primo amore. A Levanto i due bevono un caffè insieme, poi si baciano passeggiano abbracciati, si fermano in un ristorantino per un pranzo romantico sotto il sole e poi inforcano le loro biciclette per un giro del paese su due ruote. Insomma un vero appuntamento galante fuori scena.

Claudio Sona: “Io, tronista gay, cerco l’amore in tv e non bado alle critiche”

“Cerco l’amore nella sua normalità”. Il primo tronista gay Claudio Sona, 28 enne di Verona, racconta al settimanale “Chi” la sua nuova avventura nel talk dei sentimenti di Maria De Filippi “Uomini e Donne” che riparte il 12 settembre su Canale 5. “Io non rappresento etichette e categorie – spiega – non mi interessa ciò che dice la gente, per me è una sfida, dopo una lunga storia non ho più trovato l’amore”.

C_2_fotogallery_3004790_3_image“L’incontro con la De Filippi – continua – è stato surreale. Ero imbottigliato nel traffico e l’autista per due ore mi ha parlato solo di donne, ho raccontato tutto a Maria e ci siamo messi a ridere. La sua umanità nel parlarmi ha fatto il resto”.
Claudio quindi racconta un po’ di se: “I miei genitori hanno scoperto tre anni fa che sono gay, ma io lo so dall’età di 16 anni. Quando hanno saputo di Uomini e Donne mio padre ha detto di fidarsi di me, mia mamma si è preoccupata. Aveva paura che le critiche mi ferissero. Ma io sono un ragazzo che spera di innamorarsi. E ora questo lo sa anche lei”.

Ritrova la sua madre naturale e si innamora di lei: “Sono attratto sessualmente”

L’amore è una cosa strana, questo lo sapevamo già: è un concetto scontato quasi come l’amore tra mamma e figlio. Un amore puro ma che a volte può assumere un’aspetto inedito, quasi sconvolgente.
Shane Burke, un ragazzo di 19 anni originario di Manchester (Inghilterra), dopo essere stato dato in adozione quando aveva appena 5 anni e dopo aver ritrovato

1792642_ad_209433646-e1465734006498Rose Bestall, la sua mamma naturale su Facebook, si è follemente innamorato di lei. Ma il suo amore non è il solito sentimento che lega un figlio al proprio genitore, bensì un’attrazione fisica, sessuale.
Lei però, dal canto suo, non vuole cedere alle avanches di suo figlio e promette di mantenere ‘le distanze: “Quando ho capito che l’impulso di Shane nei miei confronti era sessuale, sono rimasta molto sorpresa – ha ammesso Rose -. Ma non volevo deluderlo e non volevo allontanarlo di nuovo dopo averlo ritrovato”.
Dopo un periodo di innamoramento folle, Shane ha dovuto arrendersi e ‘ridimensionare’ la sua attrazione: “Rose ora mi piace solo perchè è mia madre, niente di più. La chiamo Rose ma forse tra un po’ di tempo inizierò a chiamarla mamma”.

La donna che allatta il compagno ogni due ore: “Fa bene a lui e alla coppia

Una pratica decisamente inusuale e fortemente criticata sul web, quella di Jennifer Mulford, una donna di Atlanta (Georgia) che ha annunciato pubblicamente di essere intenta ad allattare il suo compagno, il 36enne Brad Leeson, un appassionato di body-building.
«Lo allatto ogni due ore, e per favorire la formazione di latte materno sto seguendo una dieta speciale, fatta soprattutto di semi di lino e di erbe in pillole» – racconta Jennifer in un’intervista riportata anche dal Daily Mail –

1783847_titolom«Questo fa bene a lui e alla coppia in generale: lui riceve tutto l’apporto proteico per allenarsi e tra di noi si è venuto a formare un legame particolare».
I due hanno dichiarato di praticare l’allattamento ‘di coppia’ ogni due ore, ma rigorosamente in privato: «È un nostro momento molto intimo». La loro decisione di rendere il fatto pubblico, però, non ha riscosso il gradimento del web. Un utente ha sottolineato come «il latte materno non ha alcun beneficio sugli adulti», una donna invece li ha attaccati così: «È proprio grazie alla sessualizzazione dell’allattamento di gente come loro se molte mamme oggi vengono costrette a non nutrire i loro figli in pubblico».
Jennifer, dopo aver avuto una figlia ad appena 16 anni, aveva rotto con il padre della bimba e frequentato saltuariamente altri uomini. Poi, qualche anno dopo, ha ritrovato Brad, il primo amore ai tempi del liceo, e tra i due si è riaccesa la scintilla.

Lasciata dopo 7 anni, Laura fa il giro del mondo in 80 storie di sesso

Come nel romanzo più famoso di Jules Verne Laura Jane Williams ha intrapreso il giro del mondo, ma la sua passione ha oltrepassato letteralmente i confini. Non solo amore per i viaggi e per le mete di volta in volta visitate, ma anche per la “popolazione indigena”. Il giro del mondo di questa scrittrice 30enne non è stato in 80 giorni, ma in 80 storie di sesso.
Un tour sessuale tra l’Europa e l’America che ha documentato in un libro dal titolo ‘Becoming’.

1777831_laura1“Il mio obiettivo era portarmi sempre qualcuno a casa, una conquista a sera”, ha dichiarato Laura. L’idea le è venuta dopo una brutta delusione d’amore: sette anni fa è stata lasciata dal fidanzato e, spinta dal desiderio di distrarsi, è andata a trovare un amico a Parigi. E’ stato “il primo incontro sessuale post-angoscia”.
Il libro è stato pubblicato dal tabloid britannico ‘The Sun’ e racconta tutte le avventure sessuali in giro per il mondo e sotto casa. Sesso al bar per farsi perdonare di aver fatto cadere delle patatine da un vassoio, ma anche momenti appassionanti dopo aver bussato alla porta di qualche sconosciuto. Per Laura “Un uomo non è mai abbastanza. Colleghi, sconosciuti e amici erano tutti amanti potenziali”.
Dopo essere tornata a casa è stata la volta di un dj conosciuto in discoteca e di uno studente 18enne. In Italia è stata con un collega insegnante nella scuola dove lavorava, ma poi ha avuto anche una pausa sessuale durante un periodo al monastero di Loano. Laura scrive anche di una storia di sei settimane con una donna che ha fatto “tutto quello che volevo”. Il sesso la fa sentire meglio con se stessa.