Silvio 80, tutto Berlusconi: auguri di amici e nemici, frasi, sfottò e oggetti celebri

“Non mi viene in mente il nome di nessun amico in politica”. Non sembra questione di Alzheimer, ma gli 80 anni di Silvio Berlusconi sono lontani anni luce dalle faraoniche e ambitissime feste cui il Cavaliere aveva abituato in passato. Pochi amici, niente regali (almeno così ha chiesto). “cinque figli e 10 nipoti fanno un patriarca. E io questo mi sento”, h datto per l’occasione.

AC Milan v SS Lazio - Serie A

Con la compagna Francesca Pascale, i figli e una manciata di fedelissimi (tra cui spiccano Confalonieri e Letta), l’ex premier spegnerà quindi oggi le sue 80 candeline chiudendo un periodo recente piuttosto travagliato, culminato nell’operazione a cuore aperto eseguita al San Raffaele di Milano e, probabilmente, che lo porterà anche l’addio all’amato Milan.
Ma cosa è stato augurato a Berlusconi? Matteo Renzi sottolinea con una punta di sarcasmo: “Sarà ricordato soprattutto per tutto cè che non ha fatto. La riforma del lavoro. La riforma della giustizia. La
riforma costituzionale. Questo referendum oggi è una delle tante occasioni che Berlusconi sta perdendo. Noi siamo dalla parte dell’Italia che ci sta provando a cambiare le cose, il presidente Berlusconi si è messo dall’altra parte. Molti augur”. Il presidente del Napoli e produttore cinematografico Aurelio De Laurentiis va sulla suddivisione dei periodi di vita e twitta: “Quattro volte ventenne! Il mio augurio è che tu possa vivere i prossimi 20 anni come hai vissuto i primi 80. Tanti cari auguri Silvio”. Acido il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi: “Un augurio a Berlusconi? Di andare in pensione. Tanto non avrà la minima per cui… Ha 80 anni, ha già segnato l’Italia”.
Verissimo. “Mi consenta” è la frase gergale che tutti utilizzano e che inequivocabilmente viene identifica il Berlusca. Altre epressioni storiche: il “nuovo miracolo italiano”, quella del “più bella che intelligente” a Rosy Bindi, il “meno male che Silvio c’è”, la “discesa in campo”.
E poi oggetti che sono diventati solo suoi. La bandana di Berlusconi, il Borsalino di Berlusconi, il cappellino con visiera di Berlusconi, il cappello da capotreno di Berlusconi, la tuta da riposo in cashmere di Berlusconi, il tacco di Berlusconi, il doppiopetto di Berlusconi, la cravatta a pois di Berlusconi, la spilla luccicante di Berlusconi, il costume da danzatore berbero a Marrakech quando per fare pace regala un gioiello a Veronica indossato da Berlusconi, “lo stalliere” di Berlusconi, il conflitto di interessi di Berlusconi, un milione di posti di lavoro di Berlusconi.
Su Twitter impazzano gli hashtag #Silvio80 #29settembre #Berlusconi #BarSport
Stasera su Canale 5 (e dove, senno?) andrà in onda uno speciale firmato dal giornalista Tony Capuozzo (durata 15 minuti, dalle ore 21.10). Potrebbe chiudersi con la celebra battuta in un’intervista; “hi vorrei essere se non fossi Berlusconi? Il figlio di Berlusconi”

Lei si opera e il marito la pettina, coppia di anziani conquista il web

Fare la piega alla propria moglie quando lei non può. Questo probabilmente è il concetto più profondo di amore, almeno per Amy Pennington, la nipote di una coppia di anziani che ha condiviso uno scatto che ha intenerito il web.

download

Il post, condiviso su Twitter, mostra il nonno con lo sguardo concentrato e il sorriso sulla bocca, mentre mette i bigodini per la piega alla nonna che scatta il selfie allo specchio. La donna ha subito un intervento al polso che non le permette di fare alcuni movimenti, anche i semplici gesti di vita quotidiana, ma il marito corre in suo aiuto e teneramente la pettina come se fosse per lui la cosa più bella del mondo.
E di fatto lo è, almeno agli occhi di chi si è imbattuto in questa foto che ha ricevuto oltre 200 mila like e decine di teleri commenti. Ma Amy ha ben tenuto nascosto segreto il post alla nonna: «Rimarrebbe sconvolta se sapesse di esser diventata famosa su Twitter in una foto nella quale è in pigiama e senza trucco».

Fan di ‘Chi l’ha Visto?’ in ansia, Federica Sciarelli: “Sono stanca”

“Sono orgogliosissima, di lavoro aiutiamo le persone che hanno bisogno, ma ‘Chi l’ha Visto?’ è dura”, Federica Sciarelli confessa in un’intervista a ‘Libero’ di essere stanca di condurre la popolare trasmissione di Rai Tre. In conduzione da 12 anni ha a che fare con storie difficili e dolorose.

1434119332170.jpg--

“Non stacchi. – spiega – Sei sempre a contatto con i famigliari. Prendiamo caso del ragazzo scomparso a Roma, Daniele Potenzoni. Era in gita scolastica e in pratica gli infermieri lo hanno perso. Sua madre lo cerca da giugno. Noi abbiamo fatto delle puntate e ovviamente la signora mi telefona per avere da me le novità. Tutti noi siamo come spugne, assorbiamo il dolore della gente”.
Ogni tanto vorrebbe tornare alla politica o quanto meno fare la giornalista come un tempo: “Sono cambiati tanti direttori a Raitre, e ad ognuno di loro dico che sarei contenta se tornassi a fare la giornalista. Ma ogni direttore mi risponde che il programma va bene e mi prega di rimanere. Anche i famigliari delle vittime, che spesso sono amici, mi dicono che capiscono se mollo, come la sorella di Emanuela Orlandi”.
Alle domande sulla sfera sentimentale risponde: “Mai stata sposata. Della mia vita privata non parlo nemmeno sotto tortura, lasciamo che aleggi il mistero”.
Poi ripercorre i primi passi della sua carriera: “A vent’anni faccio un concorso per una borsa di studio Fieg che riguardava sia la Rai che la carta stampata. Arrivo seconda su 10mila partecipanti, ma non vengo assunta, pur avendo fatto un’esperienza al Tg2 con un giovane Mentana e un giovane Mollica. Erano gli anni della lotizzazione pesante, assumevano solo persone dai partiti. Restai fuori. Mentre alcuni amici continuavano a lottare per restare in Rai, io feci un concorso per lavorare al Senato. Esperienza interessante per chi come me poi ha fatto la giornalista politica. Ufficio Informazioni Parlamentari: guadagnavo due milioni al mese, 14 mensilità, 40 giorni di ferie. Ma poi mi spinsero a riprovare in Rai, lo feci. Il primo stipendio fu uno choc, se paragonato a quello del Senato. Ma poi realizzai il mio sogno di fare l’inviato”.
Il caso di cui va più fiera è quello di Ilaria Alpi perché il programma ha fatto riaprire il processo: “Dopo averci lavorato un anno intero, una delle nostre inviate è riuscita a rintracciare il supertestimone che ha ammesso di aver dichiarato il falso indicando in Omar Hashi Hassan il responsabile dell’omicidio. Abbiamo, poi, un archivio che racchiude 30 anni di lavoro. Nemmeno le questure ne hanno uno così. Infatti polizia e carabinieri vengono a consultarlo”.

Si scatta un selfie con il telefono del coinquilino: scopre immagini choc e lo denuncia

Un banale selfie fatto per scherzo e Kirsty Ann-Barr, 18 anni, ha scoperto di vivere nella stessa casa di un pedofilo, Nathan Kozel, 24 anni. Così lo ha denunciato.
Tutto è iniziato quando lei e il suo ragazzo hanno preso il telefono del loro amico per scattarsi un selfie. Le immagini contenute nel cellulare li hanno fatti rabbrividire: c’erano foto di bambini in compagnia di adulti. “Nathan stava bevendo ed era abbastanza ubriaco.

porn-selfie_26145800

Abbiamo pensato di farci una risata scattandoci un selfie col suo telefono. Abbiamo trovato queste foto di bambini; ce ne erano un sacco. Ero scioccata. E’ stato semplicemente orribile”, ha detto durante la sua testimonianza in tribunale.
La ragazza ha anche protestato per la pena esigua. Il suo coinquilino, infatti, è stato condannato solo al pagamento di una multa. “Vedendo le immagini che ho visto io tutti capirebbero che c’è qualcosa di sbagliato e orribile nel suo modo di vivere. Per quanto è accaduto ci vorrebbe più di una multa”, ha raccontato ai .

William e Kate, primo viaggio con la famiglia al completo: ci sono anche George e Charlotte

Primo viaggio ufficiale per la principessina Charlotte che ha accompagnato mamma Kate Middleton, papà William e il fratellino George durante la visita prevista in Canada, in programma da ieri al primo ottobre. La famiglia al completo è arrivata a Victoria, British Columbia, a bordo di un jet privato.

1987127_katew3

Completo blu aderente e cappellino per Kate, vestitino a fiori per la piccola Charlotte, che insieme al fratellino George ha dispensato ai fotografi qualche sorriso. Prima tappa, un fotografatissimo incontro tra i reali e il primo ministro canadese Justin Trudeau, molto amato sul web. Il Duca e la Duchessa di Cambridge visiteranno anche le comunità dei nativi e parteciperanno alle loro cerimonie tradizionali, in un itinerario che Kensington Palace ha detto «aiuterà a celebrare i Popoli Nativi del Canada, la loro arte e cultura».

Carlo Giovanelli, morto il principe dei salotti romani

È morto questa mattina a Roma il principe Carlo Giovanelli.

1987182_giovanelli3

Settantaquattro anni, sposato con Elettra Marconi, figlia di Guglielmo Marconi, Giovanelli era malato da tempo.
Lo ha detto all’Adnkronos il figlio Guglielmo Giovanelli Marconi. I funerali si terranno con ogni probabilità mercoledì nella chiesa di San Carlo al Corso.